Fonte: Luigi Celac,  ABCedizioni

In estate è normale sfoggiare le gambe, ma se si hanno problemi di circolazione sanguigna, possono non apparire al meglio e dare sintomi fastidiosi.
Vediamo come la natura ci aiuta con i problemi di circolazione sanguigna. Nei momenti più caldi della giornata non dimentichiamo di idratarci regolarmente, magari con l’aggiunta di preparati ad hoc per lo specifico problema di vene ed arterie. A provocare quel fastidioso e antiestetico reticolo di venuzze è l’insufficienza venosa, a sua volta causata dalla riduzione del tono dei vasi venosi delle gambe e dal cattivo funzionamento delle valvole che regolano la risalita del sangue dai piedi al cuore.

La prima cosa da fare per ovviare a questo problema è… muoversi!!

Camminare è il metodo migliore per mantenere la circolazione sanguigna attiva e le gambe in salute, tonificare il cuore, smaltire ritenzione idrica e cellulite. La circolazione del sangue nelle vene è favorita dall’attività del cuore, da una respirazione adeguata (possibilmente diaframmatica) e dalle contrazioni dei muscoli scheletrici che comprimono e massaggiano le vene (cosidetta “pompa muscolare”). Un’attività fisica costante e regolare, come la camminata a passo sostenuto, sgonfia le gambe perchè agisce su tutti i motori di spinta e di drenaggio del flusso sanguigno.

Mantenimento del Flusso

Il flusso continuo di sangue tra il cuore e le estremità del copro è la basse del benessere fisico. Se questa funzione biologica viene ostacolata il risultato è una cattiva circolazione, che porta a tutta una serie di problematiche. I rimedi naturali e la medicina naturale utilizzati in cardiologia possono invertire e aiutare a curare i sintomi della cattiva circolazione e favorire il mantenimento di un apparato cardiovascolare sano. Per aumentare tonicità ed elasticità del sistema cardio-circolatorio vanno inseriti nella dieta alcuni cibi che, grazie al loro alto contenuto di vitamine C, PP e K migliorano il metabolismo dei tessuti connettivali e mantengono fluido il sangue. Ad esempio lamponi, more e mirtilli tonificano le pareti venose, i capillari e il cuore, pomodori e peperoni danno il giusto apporto di minerali e antiossidanti. Bevande come tè verde e il tè nero abbassano i livelli di colesterolo nel sangue.

Invece per chi soffre di ipertensione arteriosa, cioè per chi ha la pressione alta, sono fondamentali tre aspetti: la dieta, l’attività fisica e la terapia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

×

Powered by WhatsApp Chat

× Scrivici